BLOG

Home » Consulente SEO » Ottimizzazione, cosa significa?

Ottimizzazione, cosa significa?

Pintus.net: ottimizzazioneOggi parleremo di ottimizzazione, ovviamente nel contesto delle attività di un consulente SEO e del posizionamento siti web su Google.

Partiamo dall’inizio e vediamo la definizione della parola:

Ottimizzazione: il raggiungimento del risultato più vantaggioso possibile con le risorse disponibili o relativamente a uno specifico scopo.

Quando si parla di ottimizzazione nell’ambito della SEO, ovviamente le risorse disponibili sono quelle del sito e del web, mentre lo scopo è il conseguimento di buone posizioni nei risultati delle ricerche fatte dai potenziali clienti su Google.

Scomponiamo la cosa nelle sue varie parti.

Ottimizzazione

Come scritto sopra, le ci sono due tipi di risorse da cui si può trarre vantaggio quando si ta facendo un lavoro di SEO su un sito web: il sito stesso e il web in senso più generale.

Vediamole separatamente.

Ottimizzazione del sito web

Un sito web aziendale è composto di contenuti testuali e visivi (e a volte audio) che solitamente sono disposti in modo tale da presentare l’azienda e i suoi prodotti e generare o intensificare l’interesse di chi visita il sito, in modo da portarlo a fare una richiesta o un acquisto.

Una prima ottimizzazione del sito dovrà essere indirizzata proprio al raggiungimento di questo scopo; molti siti web, infatti, non sono nemmeno strutturati in modo ottimale per guidare l’interesse del visitatore, il più delle volte, infatti, i siti web consistono solo in qualche pagina informativa tratta da modelli preconfezionati che però non brilla in efficacia nel generare richieste o acquisti.

Si dovrà quindi lavorare su questo punto, visto che altrimenti il fatto di veicolare visite sul sito con le azioni di SEO risulterà in uno spreco di energie, visto che poi non ci sarà un adeguato rientro economico da questa azione.

Una volta raggiunto questo obiettivo (o, meglio parallelamente ai lavori che verranno fatti in merito), si dovrà procedere all’ottimizzazione dei contenuti dal punto di vista dei motori di ricerca.

I motori di ricerca, infatti, sono dei programmi di computer e non sono dotati di ragione, quindi hanno i loro criteri particolari per valutare quali siti internet siano più informativi su un certo soggetto, unico criterio a loro disposizione per premiarli con alte posizioni nei risultati delle ricerche.

Si dovrà quindi lavorare sulla struttura del sito da un punto di vista “tecnico”, esporre i suoi contenuti in modo che sia chiaro anche a un computer che il sito è una risorsa di valore e strutturarli in modo tale da fornire le giuste risposte alle domande che gli utenti del web fanno con più frequenza in relazione al soggetto specifico di cui parla quel particolare sito web.

Pintus.net: ottimizzazione del codice

Questo lavoro si svolge su diverse linee direttive e comporta una conoscenza dei linguaggi con cui sono definite le informazioni delle pagine del sito (cose analoghe alla programmazione dei computer, per intenderci) e anche la conoscenza delle linee guida esposte da Google per la creazione di contenuti ottimizzati.

Non da ultima, è necessaria una certa esperienza del consulente SEO sul soggetto, visto che certe attività si dimostreranno più o meno utili nell’ottimizzazione solo se ci si è lavorato per un certo tempo e si sono visti gli effetti delle varie tecniche di ottimizzazione in prima persona.

Il resto del web

Il sito è una struttura completamente sotto il controllo dell’azienda e di chi ne cura il SEO, ma non è l’unico fattore da prendere in considerazione.

Un criterio fondamentale usato dai motori di ricerca per associare a un sito web un elevato valore è il fatto che altri siti web facciano riferimento ad esso.

Un tempo questo era il principale fattore che concorreva al buon posizionamento e veniva chiamato Page Rank (rango o posizione relativa della pagina in una graduatoria).

Pintus.net: ottimizzazione, Page Rank

Sebbene questo non sia più l’unico fattore usato, è comunque un fattore di notevole importanza, quindi parte del lavoro di ottimizzazione consiste nel far sì che siti autorevoli del web abbiano dei link (collegamenti) al sito che si vuole posizionare.

La scelta dei siti cui associare questa funzione promozionale è importante, visto che dei siti di bassa qualità o non attinenti al soggetto trattato dal nostro sito porterebbe a delle penalizzazioni, dato che verrebbe riconosciuto come un tentativo di ingannare il sistema.

Si dovranno quindi selezionare le risorse disponibili e avere da parte loro la menzione che si desidera, cosa difficile da fare se il sito che vogliamo promuovere è di bassa qualità.

Sottolineo ancora, quindi, che il primo punto che deve essere ottimizzato è il sito in sé, il suo valore informativo e la sua effettiva capacità di rispondere alle domande e ai desideri di chi lo visita.

Il consulente SEO

Il consulente SEO è uno specialista in ottimizzazione di siti internet e lavora sui due fattori di cui sopra per far sì che il sito possa raggiungere una buona posizione nelle ricerche.

Una buona posizione equivale a un maggior numero di visite.

Un gran numero di visite, se il sito è ben strutturato, equivale a una buona percentuale di visitatori che faranno richieste o acquisti dall’azienda.

Il che si traduce, quindi, in entrate, l’unico parametro di valutazione della bontà del lavoro di ottimizzazione su un sito web.

Articolo del 19/09/2019 - Categorie: Consulente SEO

Richiedi una valutazione gratuita

Richiedi un appuntamento per un'analisi della tua azienda o delle tue attività di marketing

Pintus-net: servizi per le aziende (logo)

Copyright © 2018-20 Pintus.net. Tutti i diritti riservati. P. IVA: 02746440904. Sito web realizzato da Stefano Pintus. Hosting fornito da ServerPlan.

Privacy Policy